I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

MediTalents II edizione


meditalent15
meditalent3
meditalent7
meditalent17
meditalent9
meditalent16
meditalent2
meditalent13
meditalent12
meditalent10
meditalent1
meditalent8
meditalent11
meditalent14
meditalent6
meditalent4
meditalent5

Sembrava impossibile poter replicare il successo della prima edizione del MediTalents, e invece… ce l’abbiamo fatta!!!

Il merito di questo successo è tutto dei ragazzi che si sono messi in gioco, di tutti questi artisti che si sono esibiti su quel palco, indipendentemente da chi poi ha vinto.

Perché è poi questo il vero senso dell’esibizione: mostrare a tutti il proprio talento ma, soprattutto, divertirsi!.

20 Dicembre 2016, 21 ragazzi, di Pulsano e Maruggio, che si sono esibiti in questa seconda edizione del Talent più famoso di Pulsano; di questi ben 10 erano presenti anche lo scorso anno, tutto ciò a dimostrazione dell’entusiasmo e dell’impegno messo da parte di questi giovani artisti che hanno voluto migliorare la loro precedente performance e rimettersi nuovamente in gioco.

La location, come lo scorso anno, è stato il Teatro De Marco di Pulsano, mentre la formula è stata leggermente modificata e semplificata, avendo tolto le semifinali ed avendo deciso di fare esibizione e finale unica.

Un ringraziamento doveroso va innanzitutto alle due presentatrici, Sabrina Panico e Giusy Capuzzimati (3D Pulsano); sono state entrambe una graditissima sorpresa quando, ad inizio spettacolo, si sono cimentate in un inaspettato apprezzatissimo sketch di cabaret, prima di gestire in maniera impeccabile la scaletta degli artisti che si sono esibiti sul palco. Nascosto, ma non per questo non prezioso, il lavoro dietro le quinte del terzo membro delle ex Queen Rebels, Alessia Di Napoli (3D Pulsano) al quale è andato anche il delicato compito di gestire il sipario.

Ad introdurre gli artisti in gara, un gradito ritorno, il rapper Blaster, alias Giorgio De Santis; il vincitore lo scorso anno della prima edizione del MediTalent, ormai diplomato, è venuto a trovarci con un pezzo fuori gara.

La vincitrice di questa edizione, invece, è stata la bravissima Simona Diana, 5C Pulsano, che l’anno scorso aveva partecipato solo alla semifinale del Talent, essendo impossibilitata a partecipare alla finalissima. Quest’anno la diplomanda, le cui potenzialità erano ben visibili (o meglio, udibili) già lo scorso anno, ha superato se stessa, dando vita ad una performance canora praticamente perfetta!

Standing ovation per lei…!

Podio d’argento per l’esordiente e sorprendente Siria Cappuccio, 3C Pulsano, che ha portato in scena un monologo, da lei scritto e magistralmente interpretato, sul delicato tema dell’emarginazione e del bullismo. Coraggiosa, oltre che brava, la nostra Siria. Un pezzo bellissimo e commovente che avrebbe meritato due premi: uno per il testo e l’altro per l’interpretazione, e che andrebbe portato in tutte le scuole! Perché anche in una giornata di festa, non bisogna mai smetere di pensare…

Terzo posto per un’altra nostra “vecchia” conoscenza: Christian Carrieri (2A Pulsano). Il ragazzo, nonostante difficoltà tecniche oggettive incontrate, si è incarnato in Michael Jackson, deliziando il pubblico con la sua arte. Christian, già molto bravo lo scorso anno, è ulteriormente migliorato, e con le sue mosse jacksoniche ha convinto pubblico e giuria. E pensare che ha solo 16 anni…

Menzione particolare merita poi Fabrizio Franco, 1A Maruggio, che si è esibito, come la vincitrice, nel canto, in un’interpretazione vicinissima all’originale tanto da far pensare al play back.

Graditissimo anche il ritorno in teatro di Cosimo Simini, medaglia d’argento della passata stagione, che si è cimentato in un altro capolavoro grafico fatto solo con bombolette spray. Talento puro.

Senza nulla togliere agli altri ballerini, ma l’esibizione più emozionante ci è stata regalata da Francesco Tripaldi (5B Pulsano) uno che la musica ce l’'ha nel sangue. Bravo Francesco!

Ma bravi anche gli altri ballerini in gara, Erika Marraffa (2A Pulsano) alla sua seconda partecipazione, il collaudato trio LeCaDi (Carmen Leo 2D Pulsano – Sabrina Campo 4A Pulsano – Doriana Dima 4A - Pulsano) e il loro balletto sensuale, la passionale Giulia Russo (1D Pulsano) inseritasi in extremis e l’improvvisato duo Simona Bello (3A Pulsano) – Noemi Martucci (1B Maruggio) che si sono conosciute la mattina del Talent ed hanno unito le proprie capacità in un balletto che nessuno al mondo avrebbe detto che non era mai stato provato prima.

Per quanto riguarda il canto, oltre ai due già citati, ci hanno deliziato anche il baldanzoso affidabile rapper Marcello Presta (5B Pulsano), l’eclettica Patrizia Perris (3D Pulsano, ballerina lo scorso anno, cantante quest’anno), il duo Monica Foggetti – Paolo D’Ippolito (5A Pulsano) e la bravissima Fatima Miangue (1A Maruggio).

Altri artisti presenti in questa seconda edizione del talent sono stati il sorprendente Cosimo Tridici (2B Pulsano) e le sue dita più veloci di Pulsano sulla tastiera, e l’originalissima interpretazione di un poesia del celeberrimo Pablo Neruda in versione spagnola, dell’argentina Celeste Masters, e italiana, dell’italianissima Carmela Bramato (4D Pulsano).

Un ringraziamento ed un complimento fuori gara va dato al rappresentante d’Istituto Marco Fardella (3D Pulsano), DJ, tecnico audio che ha sapientemente gestito tutte le musiche e i volumi dell’intera giornata, compresa la non semplice alternanza dei microfoni.

Altra novità di quest’anno: Il pubblico è stato composto dai ragazzi più meritevoli della scuola.

Concludo questo articoletto complimentandomi ancora con la vincitrice di questa seconda edizione del MediTalents, Simona Diana, per la sua performance e per il suo grande, grandissimo gesto con il quale ha lasciato la Coppa del vincitore a Francesco, vero vincitore, insieme a Paolino di questa manifestazione.

In attesa, chissà, di una terza edizione… non posso che rinnovare i complimenti a TUTTI i partecipanti del Talent… perché, come detto all’inizio dell’articolo, sono stati loro a dar vita allo spettacolo.

Grazie ragazzi!

 

Pulsano, 20 Dicembre 2016

Alessandro Cavallaro

Allegati: